Ponte Morandi, sabato al Dlf di Rivarolo l'assemblea pubblica del Comitato Cittadini di Certosa

Si parlerà di salute, ambiente e futuro all’assemblea pubblica “Dopo il Morandi… Come stiamo in Valpolcevera?" indetta dal Comitato Liberi Cittadini di Certosa per Sabato 10 Novembre alle 17 presso il dopolavoro ferroviario di via Roggerone, a Rivarolo.

Temi indispensabili affinchè una vallata che conta circa 100 mila persone, una delegazione tra le più popolose della città di Genova possa avere un punto di vista complesso, consapevole e informato in vista delle “partite” su demolizione e ricostruzione che riguarderanno il viadotto Morandi. La prospettiva di una cantierizzazione di grossa portata nell’area bassa della Valpolcevera, solleva, infatti, la necessità di una serie di riflessioni per quello che riguarda le ripercussioni sugli abitanti della zona in termine di Salute e Vivibilità. Non solo: la vastità della ricostruzione del viadotto Morandi richiede delle nuove regole d’ingaggio per i processi partecipati di cittadinanza attiva sul territorio. Affinchè la ricostruzione del Morandi non si fermi a una mera definizione di zone da indennizzare più o meno, ma diventi il punto di una partenza per un ripensamento complessivo del futuro della vallata.

«La tragedia del crollo del ponte Morandi - dice Enrico D’Agostino, presidente del Comitato Liberi Cittadini di Certosa - non ha fatto che rendere ancora più evidenti quelle che erano le criticità endemiche e croniche del nostro quartiere di Certosa e della nostra vallata. Servitù storiche e gravi problematiche legate alla qualità della vita e alla salute dei cittadini. La perdita di un presidio ospedaliero importante, promesse mai mantenute come la Casa della Salute, mancanza di chiarezza da parte delle Istituzioni riguardo dati allarmanti come la maggiore mortalità in questa delegazione, hanno portato i cittadini ad allontanarsi da temi che li riguardano in prima persona. La ricostruzione del Morandi, lo smaltimento dell’amianto presente in tutta la zona che diventerà cantiere, il controllo di fumi ed emissioni, sono temi che lanceremo all’assemblea e speriamo che i cittadini vogliano condividere un futuro di ortodossa partecipazione».

A discutere del tema Federico Romeo, presidente del V Municipio Valpolcevera; Marco Grondacci, giurista ambientale; Mauro Solari, ingegnere esperto di trasporti; Agostino Petrillo, sociologo; Andrea Agostini, presidente Circolo Nuova Ecologia; Costantino Saporito, USB nazionale; Massimo Chiocca, avvocato. Sono graditi gli interventi da parte dei cittadini.


























La Polcevera - Via degli Orefici 9/10 16123 Genova - P.Iva 03692830106 - Cod. Fisc TRVTTV61P10D969L
A cura di Elisa Zanolli e Ottavio Traverso  -  Informativa sui cookie