Ponte Morandi, 109 milioni per la zona franca urbana: previste esenzioni fiscali e contributive per le imprese

Comune di Ceranesi
Comune di Serra Riccò
Comune di Campomorone
Comune di Mignanego
Comune di Sant'Olcese

Pubblicata la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico che definisce modalità e termini di accesso alle agevolazioni fiscali previste dalla Zona Franca Urbana, istituita con il Decreto Genova a seguito del crollo del ponte Morandi.
 
La misura prevede la concessione di agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali e contributive in favore di imprese e lavoratori autonomi (per loro solo esonero contributivo) che svolgono l’attività nella Zfu e che dimostrino a causa dell’evento una riduzione di fatturato almeno pari al 25% nel periodo compreso tra il 14 agosto e il 30 settembre 2018, rispetto al valore medio dello stesso periodo relativo al triennio 2015-2017.
 
Nella Zfu ci sono i comuni di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese, Serra Riccò e i Municipi Valpolcevera, Centro Ovest, Centro Est, Medio Ponente e Ponente. Sono 109 milioni le risorse da distribuire: 9 milioni e 900 mila euro per il 2018 e 49 milioni e 500 mila euro all’anno per il 2019 e il 2020. 
 
Le imprese e i titolari di reddito di lavoro autonomo con sede all'interno della zona franca urbana potranno presentare domanda dal 16 aprile al 21 maggio, rigorosamente in via telematica attraverso il sito www.mise.gov.it
 
“Di tutto ciò che abbiamo fatto in questi anni, questa è la cosa che mi ha reso più orgoglioso". Ha dichiarato il  primo cittadino di Sant'Olcese Armando Sanna, che vuole ringraziare anche pubblicamente i suoi colleghi, in particolar modo quelli a noi più vicini: “GRAZIE Rosario, Maria Grazia, Paola, Emanuela, grazie ai nostri collaboratori, queste sono le cose che rendono il “mestiere” di Sindaco unico”.
 
Il Ministero ha accettato le richieste avanzate dal Commissario delegato per l’emergenza e dalla Camera di Commercio di Genova, allargando la platea per l’accesso alle agevolazioni anche alle imprese e lavoratori autonomi che hanno avviato l’attività nella Zfu tra il 14 agosto del 2017 e il 14 agosto del 2018 (che altrimenti non avrebbero avuto i requisiti sopra descritti); alle imprese che hanno avviato l’attività nel medesimo territorio in data successiva al 14 agosto 2018; alle imprese che si impegnino ad avviare un’attività nella ZFU entro il 31 dicembre 2019.
 
Anche le imprese che sono iscritte alla Camera di Commercio ma non hanno ancora comunicato l’avvio della propria attività nella ZFU potranno farlo entro il 31 dicembre del 2019. 

LEGGI QUI LA LETTERA SCRITTA DAI SINDACI DELLA VALPOLCEVERA AI PARLAMENTARI



















La Polcevera - Via degli Orefici 9/10 16123 Genova - P.Iva 03692830106 - Cod. Fisc TRVTTV61P10D969L
A cura di Elisa Zanolli e Ottavio Traverso  -  Informativa sui cookie