CRI Sant'Olcese, Rasore: "Al nuovo consiglio auguro di raggiungere nuovi e importarti traguardi"

CRI

Si è rinnovato il consiglio del comitato di Sant'Olcese della Croce Rossa, e Gloria Rasore, dopo otto anni di presidenza ha lasciato il posto a Lisa Trucco, che sarà affiancata dai consiglieri Marta Belli, Marco Enea, Raffaele Parodi e dal Consigliere Giovane Laura Pigollo.
 
Volontaria dal 2005, era il 2010 quando venne eletta Ispettrice del Gruppo Giovani, nel 2012 divenne presidente del comitato, oggi Gloria Rasore ritorna a fare la semplice volontaria, con la testa più libera e spensierata, con meno responsabilità legali, ma sempre con la voglia di aiutare tutti i vulnerabili e dedicare parte del suo tempo libero alla comunità in cui vive svolgendo le diverse e molteplici attività della C.R.I. 
 
Cosa significa essere presidente di un’associazione di volontariato?
Per quanto mi riguarda, e per quello che io ho cercato di fare e trasmettere in questi anni, significa essere in primis il punto di riferimento dei propri volontari, la vera e unica forza del mio comitato. Significa essere una figura sempre presente nella quotidianità dell’associazione togliendo inevitabilmente del tempo alla propria vita privata e lavorativa, significa assumersi molteplici responsabilità penali e civili all’interno di un contesto in cui anche noi presidenti siamo dei volontari, significa metterci la faccia sempre, comunque, in ogni situazione e contesto.
 
Otto anni di presidenza, quale è stato il momento più impegnativo?
Ce ne sono stati tanti, caratterizzati da duro lavoro, stanchezza e preoccupazioni; sicuramente all’inizio del primo mandato il passaggio da Croce Rossa ente pubblico a Croce Rossa associazione privata. Anche il mancato rinnovo al nostro Comitato, causa tagli alla sanità, del servizio di guardia medica sul territorio nonostante i numerosi sforzi nostri, dei cittadini e dell’amministrazione comunale di quel periodo; la continua burocrazia che non aiuta e non facilita l’incarico, l’accreditamento e l’iscrizione all’elenco regionale delle associazioni di soccorso, la mancanza di persone che vogliano dedicare una parte del proprio tempo libero a far del volontariato, questo è sicuramente l’aspetto più impegnativo che si potrà risolvere solo con un maggiore impegno e una maggiore volontà da parte dei cittadini nel volersi avvicinare alla nostra bella realtà.
 
E quale il momento più bello?
Sicuramente rimarrà dentro di me l’esperienza fatta in Abruzzo durante il terremoto del 2009 quando ero ancora una giovane pioniera.
Da presidente, ovviamente insieme a tutti i volontari, il traguardo di aver festeggiato e raggiunto i 90 anni di attività del Comitato, di essere riusciti ad acquistare ed inaugurare un nuovo mezzo per disabili, di aver riportato all’interno della nostra sede in modo costante e continuo una copertura di emergenza e lo svolgimento di servizi di trasporto infermi e dializzati, di aver instaurato con il sindaco Armando Sanna, gli amministratori e le tante associazioni del territorio e non, un rapporto di stima, fiducia e collaborazione, di aver donato alla popolazione lezioni informative, corsi formativi, attività sociali e per bambini, manifestazioni di intrattenimento e musica di un certo livello che mancavano da parecchi anni nel nostro territorio.
 
Cosa le lascia questa esperienza?
Avendo iniziato a 25 anni, molto giovane, oggi posso dire che questa esperienza da presidente mi ha fatto crescere, mi ha insegnato a mediare con le diverse persone e personalità, ha confermato la mia determinazione nel voler sempre raggiungere gli obiettivi prefissati e rispettare dall’inizio alla fine gli impegni presi, mi ha sicuramente resa una donna migliore. 
 
Cosa auguri al nuovo consiglio direttivo?
Innanzitutto ringrazio tutti i membri del nuovo consiglio per aver deciso di assumersi questa responsabilità sempre e solo per il bene della comunità e dell’associazione. L’augurio è quello di far crescere sempre di più il nostro comitato, conquistare tanti obiettivi e raggiungere altri ed importanti traguardi. 

















La Polcevera - Via degli Orefici 9/10 16123 Genova - P.Iva 03692830106 - Cod. Fisc TRVTTV61P10D969L
A cura di Elisa Zanolli e Ottavio Traverso  -  Informativa sui cookie