Un uomo, un sacerdote, un combattente: Padre Generoso da Pontedecimo

ti ricordi di...

Un frate cappuccino famoso in Valpolcevera, che raccontò nei suoi diari le campagne militari di Grecia e Russia. Stiamo parlando di Padre Generoso da Pontedecimo. Attilio Ghiglione nacque in provincia di Genova nel 1913 e fu Tenente Cappellano Militare degli Alpini (8° Battaglione Gemona). Da tutti era stimato come uomo, sacerdote, combattente. Operò sul fronte Greco-Albanese e poi in Russia.( Don-Selenj-Jar-Nicolajewka).
Ha partecipato dal 16 dicembre 1940 al 23 aprile 1941 col Btg. Alpini e dal 23 aprile 1941 col Btg. Gemona alle operazioni di guerra sul fronteGreco-Albanese. Dal 8 agosto 1942 al 13 marzo 1943 è in Russia col Btg.Alpini Gemona. Dal 25 settembre 1943 al 28 aprile 1945 opera con la formazione partigiana 1° Div: Ioppo Friuli. Gli viene riconosciuta la qualifica di "Partigiano Combattente" del Triveneto. Decorato con medaglia di guerra al Valor Militare.
Era sempre presente ai raduni. Ogni tanto tornava in Friuli per trovare i coetanei Alpini, era un Alpino tra gli Alpini. Morì nell'ospedale di Pontedecimo il 26 novembre 1962. La funzione funebre alla presenza di molti Alpini e confratelli religiosi si tenne nella chiesa del Convento di Pontedecimo. Il suo corpo riposa nel cimitero di Cesino. Il 29 aprile 1995 gli è stato dedicato il nuovo piazzale antistante la piscina. Per desiderio della sorella il suo cappello da alpino è stato donato alla Sez. Alpini di Pontedecimo.
I suoi diari rimasero nascosti per molti anni, i nipoti tennero tutto nascosto, finchè un cappellano, amico di Generoso, che li aveva letti a suo tempo, prima di morire riuscì a riportare alla luce quei fogli, circa duecento dattiloscritti e ingialliti nel tempo. Tra le pagine la guerra si affaccia con il suo bagaglio di morte, miserie, sofferenze, e di tante piccole storie individuali.  In quei mesi tenne la memoria degli eventi ai quali, poi, aggiunse delle accurate note tecnico-militari. Padre Generoso custodì le pagine dentro un cassetto che fu aperto, e i suoi contenuti divulgati, solo cinquant'anni dopo la sua morte avvenuta nel 1962. “Padre Generoso stammi vicino muoio” è la raccolta organica dei suoi diari, il libro è arricchito da documentazione ufficiale e da foto inedite scattate dal frate che affrontò la guerra anche con carta, matite e un apparecchio fotografico.

(foto: Vitale Virga)






















La Polcevera - Via degli Orefici 9/10 16123 Genova - P.Iva 03692830106 - Cod. Fisc TRVTTV61P10D969L
A cura di Elisa Zanolli e Ottavio Traverso  -  Informativa sui cookie