Villa Pallavicini: un gioiello del 700 fotografato oggi da Urbex Genova

territorio

Un gioiellino settecentesco con ampi saloni, affreschi e una volta c'era anche un parco. Così viene descritta villa Pallavicini dall'Urbex Genova che esplora, rileva e documenta strutture di interesse storico e architettonico a Genova e non solo.
 
Villa Pallavicini si trova a Rivarolo, ed è stata inserita nei "Luoghi del Cuore 2020" dal FAI, ad oggi ha già più di 1100 voti. (dei Luoghi del Cuore 2020 ne abbiamo parlato qui).
 
Dal sito del FAI scopriamo qualcosa in più sulla villa: "Rivarolo e la Valpolcevera divennero dal 18° secolo residenza di villeggiatura dei nobili genovesi. Villa Pallavicini fu dimora agreste dei Pallavicini, e restò come punto stabile di ritorno anche nei secoli seguenti.

Sarà in Rivarolo che si trascorrono le villeggiature, dove ci si ritira da anziani e dove si faranno seppellire molti di quel casato. I Pallavicini avevano a Rivarolo altre proprietà di campagna. Fra queste Villa Pallavicini divenne la sede di rappresentanza della famiglia, per il carattere di maestosità dell’edificio, chiuso ai lati da due bassi corpi con i quali forma una corte.

In questo palazzo avvennero fatti storici per Rivarolo, per Genova, per la Repubblica di Genova. Nelle sue stanze, nel 1793, si svolse l’importante incontro fra l’ambasciatore inglese Sir Francis Drake e Gian Carlo Pallavicini, già Doge di Genova, per difendere la neutralità della Repubblica Genovese, oppressa dai francesi da terra e dagli inglesi da mare. Nel 1815 Paolo Gerolamo vi ospita sua Santità Papa Pio VII nel suo viaggio in fuga dall’esercito francese. In tempi più recenti divenne un edificio fondamentale della comunità dei Rivarolesi: passò da dimora agreste nobiliare a sede amministrativa comunale.

Nei suoi ambienti, nel corso degli anni, vi furono allocati una scuola elementare e media, l’Associazione dei Carabinieri, i Vigili urbani, la Banda Musicale di Rivarolo, le scuole Vespertine e, in uno dei corpi laterali, la scuola per l’infanzia delle Suore Dorotee, unica attività ancor oggi operante. Inoltre, la Villa e la sua corte con la magnifica doppia scalinata in marmo sono sempre state il luogo prescelto per le celebrazioni e manifestazioni nel quartiere di Rivarolo.

Antiche foto mostrano le cerimonie per l’apertura delle nuove strade della zona, l’inaugurazione del Monumento ai Caduti di Piazza Verdi (oggi Piazza Petrella) alla presenza di S. A. Reale il Principe di Udine, l’inaugurazione della P.A. Croce Rosa e le premiazioni dei suoi Militi. Villa Pallavicini con corte, edifici annessi e pertinenze è sottoposta alla tutela dei Beni Culturali e paesaggistici della Regione Liguria".
 
 
 
In fondo all'articolo la galleria fotografica (copyright Luciano Rosselli
     photogallery  -  Villa Pallavicini (foto Luciano Rosselli)




Photogallery


Villa Pallavicini (foto Luciano Rosselli)













La Polcevera - Via degli Orefici 9/10 16123 Genova - P.Iva 03692830106 - Cod. Fisc TRVTTV61P10D969L
A cura di Elisa Zanolli e Ottavio Traverso  -  Informativa sui cookie